Ecosistema e Cambiamento climatico

A distanza di 15-20 anni dall’impianto dei primi lembi boscati, i primi buoni risultati cominciano a mostrarsi sotto diversi aspetti.

Per quanto riguarda l’importante funzione di mitigazione del cambiamento climatico riconosciuta a questi boschi, la fissazione di CO2 contribuisce positivamente agli obiettivi del Protocollo di Kyoto, con stime relative all’intera superficie boscata pari a circa 2.000 tonnellate per anno.

In aggiunta, dal 2010, le stesse aree sono diventate fonte di energia rinnovabile, producendo per il consumo locale più di 5.800 quintali tra legna da ardere e cippato. Queste biomasse a fine energetico, infatti, costituiscono un materiale di risulta dalle operazioni di sfollo e ripulitura portate a termine nei circa 200 ettari di giovani popolamenti di querco-carpineto.

 

Ultime news

#GiornateFAI: il 26 marzo visita i boschi di Bandiziol e Prassaccon

Il FAI - Fondo Ambiente Italiano - ha inserito i boschi di Bandiziol e ...

Appuntamento al Salone della CSR e dell'innovazione sociale!

L'Associazione Forestale di Pianura è fra gli ospiti della quinta ...

Scopriamo insieme il nuovo Piano di Gestione Forestale

Cosa significa gestire un bosco di pianura? Che interventi sono ...

Manuale sulla certificazione FSC per i soci

L'Associazione Forestale di Pianura (AFP) ha ottenuto la certificazione forestale ...